5 buoni motivi per guardare Barça – Inter

Ottobre 24, 2018

Cari amici di Ranocchiate, ci siamo.

E’ arrivato il momento di affrontare la partita più impegnativa del girone: è arrivato il momento del Barça.

E’ chiaro a tutti, nel Barça non gioca l’Abate di turno che farà segnare il nostro bomber argentino, qui si vince solo lottando, combattendo su ogni pallone.

Per cui, carichi a palla, andiamo subito ai nostri 5 buoni motivi per guardare la partita questa sera.

1 – Il Barça porta bene

Ora, dire che ci fa piacere il Barça sarebbe un po’ come dire che ci fa piacere doverci alzare tutte le mattine alle 5: sfido chiunque senza evidenti problemi mentali a dire che sia una buona cosa.

Però, detto questo, è anche vero che nel 2010 il Barça lo abbiamo affrontato 4 volte, così come è anche vero che, più in generale, la squadra catalana abbia sempre un po’ sofferto le partite contro le italiane.

Insomma, ignorante come un Brozo sbronzo a fine serata, mi va di pensare che possa portare bene affrontarli.

2 – SCIE BENEVOLE

Ora, fra le tante cose che potevano decisamente andarci peggio prima di questa partita, c’è la possibilità di giocarla dopo l’orgasmica vittoria di Domenica.

Ora, pensare che l’abbiamo sfangata col Milan e quindi possiamo sfangarla col Barça sarebbe un po’ da ingenui, ma la fiducia è quella delle grandi occasioni.

3 – L’IMPORTANZA DI ESSERE ARROGANTI

Quest’anno più che mai, abbiamo il DOVERE di non arrenderci mai.

Mai lasciarsi sconfortare, mai cullarsi sugli allori.

La strada, indirettamente, ce l’ha indicata il nostro amato Mou proprio ieri sera.

Pensare di potercela giocare con il Barça, dopo che non ci qualificavamo da una vita, è arrogante.

E, se vogliamo farcela questa sera, essere arroganti è d’obbligo.

Se giocheremo questa partita sperando di sopravvivere, non ce la faremo.

4- SONO “MESSI MALE”

Si, l’ho detto: ho volutamente scelto di rovinare un paio di minuti della vostra vita costringendovi a leggere questo gioco di parole.

Ma detto ciò, quante possibilità abbiamo di affrontare un Barcelona senza la pulce argentina? Decisamente poche.

Il fato, generoso, ci ha concesso questa fantastica opportunità: e noi, che si fa? La si spreca? No, perdindirindina!

Il Barça è una delle squadre più difficili da affrontare, ma sapere che il giocatore più forte del mondo non ci sarà aumenta le nostre possibilità.

5 – LA SUPER GARRA CHARRUUUUAAAA

 

“HANNO UN CUORE DIVERSO, LO CAPISCI O NO?!” commentava compostamente Lele Adani sul finale di Inter – Tottenham.

E si parlava di un solo uruguaiano.

Nel Barcelona ci gioca Luis Suarez, una sorta di Super Namecciano della Garra Charrua.

 

Sono talmente infoiato all’idea di uno scontro fra i due CON UN CUORE DIVERSO LO CAPISCI O NO?! che mi aspetto si possano generare incredibili onde d’urto capaci di scatenare catastrofi naturali.

Mi raccomando, restate al sicuro.

 

 

Studio Psicologia, ma all'occorrenza mi improvviso scrittore o video editor: vivo la vita con lo spirito di chi si aspetta l'inaspettato per non avere sorprese ma poi rimane comunque fregato. E già questo spiega perché tifo Inter, ma se non bastasse aggiungo che uno dei miei giocatori preferiti di sempre è Buruk Okan. Costanza, serietà e determinazione sono solo 3 fra i principali pregi che non mi contraddistinguono. Penso che lasciare le cose a metà sia una cosa che