5 buoni motivi per guardare Inter – Benevento

Gennaio 13, 2019

Cari amici di Ranocchiate, buon 2019!

Che sia un anno pieno di gioia e felicità, per voi e per le vostre famiglie!

…oh! e i convenevoli ce li siamo tolti dalle balle.

Beh, con l’ansia come va? Avete rinnovato il contratto alle vostre ragazze?

Occhio che di sti tempi si rischia con qualunque cosa: i più ottimisti si stanno preparando per un provino.

Che poi alla fine ci sta come cosa, di qui a poco a star a sentire i giornali l’anno prossimo giochiamo io Zhang e Marotta.

Poi però, sommessamente, a voce bassa bassa, qualcuno ha sussurrato una notizia…una notizia di quelle talmente tanto belle, da far sembrare il sorriso di un bambino una cosa brutta.

RANOCCHIA TITOLARE CON IL BENEVENTO

Viaggiamo quindi alla velocità di un razzo-missile verso i nostri 5 buoni motivi per guardare Inter – Benevento quest’oggi!

1 – GIOCA ANDREA

Impossibile non partire da questo punto: Andrea titolare. Se avete bisogno di altri motivi, cambiate pagina.

2 – GIOCA RANOCCHIA

ORGOGLIO NAZIONALE

E’ da tutta la stagione che sto aspettando questo momento: l’esordio da titolare con il Benevento.
Prima ho chiamato mia madre “MAMMA, GIOCA RANOCCHIA TITOLARE OGGI!”
Mi ha risposto di trovarmi una ragazza.

Non mi avranno mai.

3 – GIOCA FROGGY

Perché Andrea ormai per me, per tutti noi, è diventato uno di famiglia: una presenza rassicurante, di quelle che al solo posarsi del nostro sguardo sul suo ogni male sparisce, sommerso da cotanta sommità.

4 – GIOCA IL CAPITANO

In un tempo in cui l’equilibrio del mondo è turbato da voci di trasferimento e di ingaggi da ritoccare, un solo uomo può riunire tutti sotto la sua egida: un leader silenzioso, di sani valori, capace di saper essere un buon governatore in tempi di guerra quanto in tempi di pace.

5 – GIOCA IL SOMMO

E, per dimostrare tutta la sua magnificitetudinevolezza, farà il tutto indossando LA TERZA MAGLIA.

My first, my last, my everything: Barry White aveva già capito prima di tutti noi.

 

 

Aspirante psicologo, inguaribile romantico, di fede interista (Javier Zanetti: ora pro nobis). In questo strano mondo dove tutti si prendono troppo sul serio, mi piace raccontare le cose e le persone osservandole con l’occhio di chi, troppo sul serio, non ci si è preso mai. Se mi dici “si vede dalla faccia che sei interista”, ti sorrido e ti offro anche un caffè.