5 (+1) buoni motivi per guardare Inter – Fiorentina

Settembre 25, 2018

Cari amici di Ranocchiate, ormai non ci fermiamo più.
Partite ogni 3 giorni, finalmente tutto è tornato come sarebbe dovuto essere.

Ultimamente è stato tutto molto bello, almeno all’ultimo minuto: essere riusciti a sbloccare e vincere una partita complicata come quella con la Samp è uno di quei segnali di ripresa che dobbiamo sapere cogliere.

Ma tutto ciò fa già parte del passato.

Quest’oggi, si parla di altro.

Ecco 5 buoni motivi per guardare la partita con la Fiorentina questa sera.

 

1 – “Noi si gioca in casa”

Ecco il primo grande buon motivo per guardare la partita questa sera: siamo a casetta nostra; negli ultimi 19 precedenti a San Siro, siamo riusciti a guadagnare i 3 punti in 16 occasioni.
Ben diverso il discorso quando si tratta di giocare al Franchi, dove di solito i viola sembrano doparsi senza ritegno.

2 – Babacar e Ljajic non giocano più alla Fiorentina

I nostri due rompicoglioni preferiti di viola vestiti non militano più dalle parti di Firenze: indimenticabili le innumerevoli volte in cui ci hanno guastato i piani fornendo prestazioni al di sopra dell’umano.
Poi, per non sbagliare, gli ultimi che ci hanno segnato li abbiamo comprati (Vecino e Nonno Valero)
Poi Matias, se la vuoi riprendere noi non ci offendiamo.

Ora, stiamo calmi, gli uccelli senza zucchero potrebbero arrivare comunque: di eroi improvvisati la Fiorentina ne ha parecchi.

Però è proprio questo il bello, vero? Potrebbe succedere la qualunque, è per questo che la amiamo e la odiamo.

3 – Ultimamente ci gira

Questa è la più grande novità: lo dico con più paura di una gazzella di fronte ad un leone, ma ultimamente, piuttosto che girarci gli zebedei, ci gira bene.
Poi se giocano Brozo e Borja assieme si può sempre giocare a “chi è il croato?”, considerato che ho scoperto che il biondo platino sembra calvizie dall’alto.

4 – Mauro e Keita non si sono ancora sbloccati

Ora ok gli impegni, ok la stanchezza o l’ambientamento, ma immagino segneranno: considerato il primo gol in Champions di Mauro, spero sia altrettanto bello e decisivo.
Poi ti ho al Fantacalcio, quindi Mauro per favore segna che sono ultimo.

5 – Non è ancora cominciato Don Matteo

Sarà strano riabituarsi a non seguire il prete più strano d’Italia durante la settimana, ma quest’anno giochiamo la Champion’s (che vi dirò, non mi dispiace)
Meglio iniziare già ad abituarci di nuovo alle partite anche durante la settimana, che poi dire di no ai vari “Don Matteo” ed affini potrebbe farvi soffrire più del previsto

 

6 – La amiamo

Un Alvaro Pereira a caso. Prego,eh.

 

Il motivo più semplice e comune per guardare la partita questa sera? La amiamo, visceralmente.

Se anche voi continuate a seguirla ed amarla dopo aver visto sequele di partite e giocatori indecenti, di certo non vi perderete una partita interessante come Inter-Fiorentina.

#amala 

 

 

Studio Psicologia, ma all'occorrenza mi improvviso scrittore o video editor: vivo la vita con lo spirito di chi si aspetta l'inaspettato per non avere sorprese ma poi rimane comunque fregato. E già questo spiega perché tifo Inter, ma se non bastasse aggiungo che uno dei miei giocatori preferiti di sempre è Buruk Okan. Costanza, serietà e determinazione sono solo 3 fra i principali pregi che non mi contraddistinguono. Penso che lasciare le cose a metà sia una cosa che