Che giocatore diventerà Brozović? Tre possibili scenari

Luglio 1, 2017

Finora la carriera di Marcelo Brozović è stata una perpetua alternanza di momenti di gioco incredibile, ai limiti del reale, e lunghi periodi di sterilità.

Quello che mi ha sempre sorpreso nelle statistiche a fine partita è stato vedere come, anche nei periodi peggior, Brozović fosse sempre il giocatore che aveva corso di più.

Come poteva un giocatore che correva tanto diventare un fantasma in campo?

Questo è l’enigma di Marcelo Brozović, un giocatore sempre in bilico tra l’inutilità e la decisività, capace di riapparire dopo mesi di anonimato e stravolgere le partite.

Spesso mi chiedo “cosa farà da grande”, oggi abbiamo provato a immaginarlo:

 

Il lupo perde il pelo ma non il vizio

Brozović resta all’Inter anche nella stagione 2017/2018. Per l’ennesimo anno, alterna grandi prestazioni a mesi di anonimato.

A luglio viene venduto al Tottenham dove però, a causa della sua indolenza in campo, non riesce mai a imporsi.

Nel 2022 Brozović compie trent’anni. Dopo due deludenti stagioni a Londra è passato per Valencia, Lione e Amburgo senza mai lasciare traccia.

In estate è tornato a casa, alla Dinamo Zagabria, ed è felice come non è mai stato da tempo.

 

Consacrazione

Un club indiano appena rilevato da una cordata di potenti Bramini offre all’Inter 50 milioni e uno stipendio di 10 milioni netti all’anno. Marcelo non ci pensa due volte e vola in India.

Dopo qualche mese di spese folli in cui sono registrate una Cadillac di oro massiccio, un palazzo di 400 stanze e 14.000 pizze surgelate comprate online sul sito dell’Esselunga, viene finalmente cazziato dall’allenatore della squadra, stanco di vedere un panzone di 108 chili arrancare per il campo.

Brozović non la prende bene e negli spogliatoi minaccia l’allenatore con una lama lunga 30 cm di fronte a tutta la squadra.

Ovvimente il contratto viene rescisso e Marcelo si chiede cosa fare della sua vita fino a rendersi conto di non avere abbastanza soldi per finire di pagare la Cadillac e la villa da 400 stanze.

In breve tempo si ritrova a mendicare in strada insieme ai Paria. Un giorno incontra un santone indiano che afferma di poterlo far diventare il giocatore più forte del mondo, insegnandogli la disciplina.

Dopo tre mesi di allenamento con il santone Brozović è tornato al suo peso forma, è diventato astemio e ha rinunciato alle pizze surgelate per una dieta a base di radici.

“Un raro esempio di Dalai-Brozo”

Marcelo decide di tornare in Europa, per raccogliere i soldi partecipa e stravince l’iron man indiano. Ferrero, che seguiva la trasmissione ubriaco di notte, decide di puntare su di lui per la stagione successiva

Brozović conclude la stagione con 18 gol e 25 assist, trascinando la Sampdoria al 3° posto. In estate viene comprato dal Real Madrid per 85 milioni.

Vincerà 4 palloni d’oro consecutivi prima di ritirarsi per il resto della vita in meditazione in un monastero abbandonato.

 

Vita alternativa

Nell’estate 2018 il Wolfsburg decide di investire sui calciatori di casa Inter e compra la coppia Brozović -Handanovic.

I due, appena arrivati in Germania, si rendono conto che il modo più semplice per far soldi non è giocare a calcio, ma sfruttare la carenza di criminali per costruire un impero da miliardi di dollari.

Soprannominati SBrozo e Stumme (“il muto”) semineranno il terrore in mezza Germania fino al 24 aprile 2034, quando moriranno entrambi nell’incendio di un laboratorio di anfetamina.

E secondo voi che giocatore diventerà Brozović?

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.