Chi non salta juventino è

Aprile 27, 2019

Cari amici di Ranocchiate, sono sfinito.
Avete presente quelle giornate nate pesanti fin dal principio, che vi portano ad essere stanchi già alle 16?
Ecco, oggi per me è una giornata così.
E so, brati miei, che è un po’ la giornata di tutti.

E’ che alzarsi con la consapevolezza che oggi giochiamo contro quelli lì è..sfiancante.

Sono talmente teso che vorrei essere io a scendere in campo: lì il contrattempo è solo uno: sono scarso. Però chissà, magari con la cura Spalletti

Pippe a parte, per sentirmi più vicino ai miei oggi ho sentito il bisogno di indossare la nostra maglia già da stamattina.

Perché a questa partita, a conti fatti, ci arriviamo con la possibilità di potercela fare.
E loro?

Beh, loro ci arrivano con la voglia di conquistare San Siro. Di conquistarci a casa nostra. Capite fin dove arriva la loro arroganza?

E per carità di dio, hanno tutti i motivi per pensare di poterci riuscire. Non prendiamoci in giro, è l’organico più completo di tutta Italia, il loro.

Eppure, tutto ciò potrebbe non servirgli. E’ già successo.

Perché dopo aver superato più disavventure di Grey’s Anatomy, gli ultimi a creare dei dissidi sono proprio i tifosi.

E no ragazzi. Non dobbiamo fare gli stronzi proprio ora.

Concediamocelo: è stato un anno in cui abbiamo imprecato un po’ tutti, da Zhang fino all’ultimo dei tifosi.

Non abbiamo avuto pace fra malumori, rendimenti scostanti, infortuni, dissidi negli spogliatoi e negli spogliatoi televisivi: sfido chiunque a non sentirsi incazzato.

E nonostante tutto, siamo comunque terzi con la piccola possibilità di sperare persino nel secondo posto.

Dei giovani ragazzini olandesi ce lo hanno appena dimostrato: non sono imbattibili, ma dobbiamo volere questa vittoria più di loro

Per cui, almeno per queste ultime 5 giornate, facciamo i seri.

Gli avversari sono loro. Gli scoloriti. Quelli coi colori dei carcerati.

Voglio sentire un solo coro oggi: “CHI NON SALTA JUVENTINO E’! E’!”

 

In chiusura, vi rivelo che sono un po’ triste: stando alle ultime indiscrezioni, pare che Maksim non giochi.

Ogni tanto mi capita di pensare al vero Mauro Icardi…chissà come se la passa.
Magari riesce a ritornare proprio per questa sera…

Poi oggi torna Brozo: mi sei mancato, coccodrillo che non sei altro! <3

Adesso vado, è tempo di iniziare gli ampi scongiuri pre partita seguendo la live su Twitch.

#Amala

 

 

 

Aspirante psicologo, inguaribile romantico, di fede interista (Javier Zanetti: ora pro nobis). In questo strano mondo dove tutti si prendono troppo sul serio, mi piace raccontare le cose e le persone osservandole con l’occhio di chi, troppo sul serio, non ci si è preso mai. Se mi dici “si vede dalla faccia che sei interista”, ti sorrido e ti offro anche un caffè.