Frosinone-Inter, il pagellone del Trono di Radja

Aprile 15, 2019

HANDANOVIC 8: Un vero capitano conosce i punti di forza della sua squadra, ma anche i punti deboli. Handa ha notato che i suoi compagni si stavano colpevolmente rilassando, certi cali di tensione non sono accettabili, addirittura più di uno nel settore ospiti accennava un sorriso…e allora OPLA’ GOL DI CASSATA, E LA CAZZATA È SERVITA.
Secondo voi uno come Handanovic subisce un gol così? Lo ha fatto volontariamente, prendendosi anche delle critiche, ma i ringraziamenti di noi tifosi. Se volevamo stare 2-0 tranquilli ci sceglievamo una squadra diversa, a noi interisti piace soffrire.

D’AMBROSIO 6.5: Ecco visto che parlavamo di soffrire. Che aggiungere?
Danilone fa soffrire, eccome, però poi a volte arrivano proprio quei momenti magici: la pallonata nei paesi di origine di De Vrij nel derby, il cross al bacio per il Ninja.
Quel cross lì me lo sono rivisto tutta la notte. Bello come un arcobaleno, liscio e curvo come la pelata di Joao Mario, colorato come una delle nostre terze maglie epilettiche disegnate dalla nike.

SKRINIAR E DE VRIJ IL RITORNO DELLA GRANDE COPPIA: #AMIAMOLI
belli, teneri, dolci, coccolosi e chi più ne ha più ne #mitt.
Finalmente è tornato De Vrij, dovevate vedere che feste gli ha fatto Piontekino quando lo ha rivisto arrivare!
Ora il triste periodo di distacco forzato è alle spalle e lui e Skri sono tornati più uniti che mai. E vissero per sempre felici e contenti. O almeno fino al prossimo Lazio Inter.

ASAMOAH 6: Ci avete fatto caso che Chibsah con il 33 è la fusione tra Danilone e Asamoah.

NONNO BORJA 6:NOTIZIA INCREDIBILE: BORJA ERA APPESANTITO PERCHE’ SABATO SERA CI HA DATO DENTRO FINO A TARDI! Pare infatti che dopo l’arrivo in hotel a Frosinone, Borja abbia incontrato alcuni compari del Bar Sport di Frosinone, e si sia dilungato in un torneo di briscola a coppie MOLTO INTENSO. Roba da 5-6 bestemmie urlate in tutto il bar quando si buttava giù il carico.
Borja è rientrato nella sua stanza di hotel completamente stravolto, addirittura intorno alle 20.55. Seguiranno aggiornamenti.

NAINGGOLAN 7: NOTIZIA INCREDIBILE ESCLUSIVISSIMA: Sabato sera Radja era il compagno nel briscolino a coppie con Borja Valero, perciò è rimasto lucido e sobrio e l’indomani ha giocato bene facendo anche gol. Seguiranno aggiornamenti.

VECINO 7: NOTIZIA INCREDIBILE ESCLUSIVISSIMA DA METTERSI LE MANI NEI CAPELLI PURE SE SIETE PELATI COME SPALLETTI: L’ha chiusa Vecino. Ah no, lo sapevate già.
Beh sapete anche che è successo nel post partita con Adani?
Che noia ma sapete tutto, e allora va bene così.

POLIPOLI 7: NOTIZIA SUPER MEGA INCREDIBILE UNA ROBA DEL GENERE NON SI E’ MAI VISTA ASSURDISSIMISSIMO:
NON E’ USCITO AL SETTANTESIMO!!!!

PERISIC 6: NOTIZIA SUPER MEGA INCREDIBILE UNA ROBA DEL GENERE NON SI E’ MAI VISTA PROPRIO PAZZESCO NON CI CREDONO NEMMENO IN CROAZIA L’HO APPENA SENTITO SU TELEBRATE: 
E’ USCITO AL SETTANTESIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

MAKSIM JOVANOVIC 8: Ottima partita per Maksim, ormai nemmeno noi riusciamo a distinguerlo da quello vero. Per fortuna poi ci sono alcuni dettagli decisivi:
Rigore per l’Inter, “oh cazzo e adesso?” “Tranquillo Brate Maksim, ci penso io” “Grazie Brate Perisic”

gli lascia il rigore, gol, sorrisi, abbracci.
Nel frattempo il vero Maurito chissà dov’è. Ma in fondo che ce ne importa? Sta andando tutto così bene da quando c’è Maksim.

KEITA 6: Dacci un buon motivo per riscattare te e non #RIPIGLiare Karamoh.

GAGLIARDINI 6: Gajardo come al solito, ti voglio bene

JOAO MARIO 10: FONDAMENTALE, una bellezza così da quelle parti non si vedeva dai tempi di Sophia Loren in “la ciociara”, tant’è che pure la Loren in persona ha chiamato Joao e gli ha fatto i complimenti per il suo contributo decisivo nel contropiede del terzo gol.

SPALLETTI 7: No raga seriamente ma Perisic che esce al 70′? Con chi ci hanno rimpiazzato Luciano adesso?


Ah no, è sempre il nostro solito Lucianone 

Appartengo alla categoria di tifoso: “avvocato delle cause perse”. Tra i miei assistiti più famosi spiccano il grande Van der Meyde, Stramaccioni e soprattutto Marko Arnautović. Affetto da “interismo” da quando ho memoria, la malattia si è acutizzata irreversibilmente durante un anonimo campionato sotto la guida di Alberto Zaccheroni.