Genoa-Inter, il pagellone complottista

Maggio 8, 2017

 

PANDEV 10: Segna il gol che ci condanna alla sconfitta, eppure dimostra di essere il più interista di tutti. Al momento del gol chiede scusa ai tifosi, gli altri 11 nerazzurri invece esultano per il campo.

HANDANOVIC 0: Aveva il sole negli occhi, poverino, lasciatelo stare.

D’AMBROSIO 0: Dopo Torino ha mollato, non prendetevela con lui.

MEDEL 0: “E così l’Inter vuole Simeone? Prendo a calci suo figlio in area. Io sto con Pioli!!”

ANDREOLLI 0:  Ma è davvero più scarso di Medel o Murillo? Com’è che non gioca mai?

NAGATOMO 0: Non toccate Yuto, mi raccomando. Lui è un dio. Dio Nagatomo.

KONDOGBIA 0: Settimana prossima c’è la cresima di suo cugino, vi scoccia se si fa espellere senza motivo? Tanto c’è Brozovic che è forte!

GAGLIARDINI 0: Scivola sempre, ricorda il Divino Johnny

CANDREVA 0: Evita a tutti di andare in trasferta contro il Luč-Ėnergija Vladivostok, sbagliando apposta un gol a porta vuota e il rigore. Salvatore della patria, un eroe, grazie Antonio per il tuo sacrificio…

PERISIC 0: A tratti è l’unico che prova a fare qualcosa, si vede che non ha le idee molto chiare

ICARDI 0: Nessuno si accorge della sua presenza finché Pioli non lo toglie. È l’unico che potrebbe segnare per sbaglio per diventare capocannoniere, meglio non rischiare.

EDER 0: Ha relegato in panchina i vincitori di Europa League, Europei e Olimpiadi. Dev’essere proprio bravino ‘sto Eder! E invece no, è una sega.

PALACIO 0:  Con lui si va sul sicuro perché non farebbe mai del male alla sua ex squadra, vero? Tanto anche volendo non ci riuscirebbe.

GABIGOL 10: Un ragazzo per bene che avrebbe voglia di giocare, fare bella figura, segnare. Essere un calciatore insomma, cosa che gli viene negata da mesi. L’apice si raggiunge quando Candreva capisce le sue (buone) intenzioni e decide di risolvere il problema dal dischetto a modo suo.

BANEGA ? : Pare sia entrato anche lui a un certo punto

PIOLI 0: Pure l’allenatore che rema contro no, dai. Non è che la Fiorentina vuole un posto in Europa League?

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.