È già tempo di mercato! No, non quello del pesce dove manderemmo volentieri Murillo

Maggio 23, 2017

È già iniziato il vortice di notizie, per la gioia dei quotidiani sportivi, dei giornalisti di mercato, di Di Marzio, di Pedullà e soprattutto del tabaccaio di fiducia di Sabatini.

1) TUTTE LE STRADE PORTANO A ROMA

Proprio la Capitale pare essere sotto la lente di ingrandimento, e forse non poteva essere diversamente.
La società sembra finalmente aver capito che prima di fare programmi sui giocatori è meglio avere un allenatore in panchina, e il nome più caldo del momento è quello di Luciano Spalletti.

Secondo le ultime news pare che il tecnico toscano vorrebbe portare con sé alcuni giocatori giallorossi.
Spiccano su tutti i nomi di Rudiger e Nainggolan.

Il difensore centrale pare aver superato nella corsa Manolas. Il greco, dopo essere stato accostato all’Inter, ha vissuto un netto calo delle sue prestazioni. Forse voleva già iniziare il suo processo di ambientamento…

Per quanto riguarda Nainggolan, parlarne adesso è solo una perdita di tempo.
Cazzo, arriva un presidente indonesiano, c’è un solo giocatore forte indonesiano in circolazione, e noi chi compriamo? Hernanes.

Diciamo che quella scelta ha compromesso enormemente gli anni successivi. Inutile parlare col senno di poi, ma l’innesto di un ninja a centrocampo sarebbe stata la mossa ideale. E lo sarebbe anche adesso, per un discorso di personalità oltre che di tecnica.

Potrebbe essere la giusta guida per Gagliardini, allontanandolo un po’ dai cattivi esempi di Kondogbia e Brozovic, e sarebbe infinitamente bello vederli insieme a un Marco Verratti.

Qui si sfocia nel fantamercato, sicuramente, ma se non lo prendiamo ora dal PSG, quando?  😀

2) SI SCRIVE INTER, SI LEGGE BENEFICENZA

C’è almeno una cosa negli ultimi anni per cui l’Inter si è messa in mostra in positivo.
Però in positivo per le altre squadre.

La generosità!

Per prima cosa è un discorso sportivo: stai per retrocedere e vuoi ancora un po’ di speranza? Citofona a San Siro e portati via dai 3 ai 6 punti senza problemi. La SPAL per l’anno prossimo si sta già fregando le mani.

Ma non ci limitiamo a regalare sogni e punti in classifica, regaliamo anche opportunità di mercato!

Pare che Jovetic si sia ambientato bene a Siviglia, e siamo pure contenti per lui. La squadra andalusa vorrebbe trattenerlo. Peccato che abbiano chiesto giusto un piccolo dimezzamento del riscatto, originariamente fissato a 13 milioni.

Siccome Jovetic non ha fatto neanche tanto schifo in Liga, e ci siamo dovuti beccare per mesi gli articoli sui suoi gol e sulle sue giocate, risulta difficile comprendere perché dovremmo abbassare il prezzo.

Ah già, il montenegrino ha un contratto pesante. Beh, si abbassi quello, no?

Questa storia che tutti pretendono favori deve finire. Dicono che Sabatini sia il mago delle plusvalenze, vediamo se saprà sistemare quello che per le nostre finanze è un tasto dolentissimo.

In questo discorso c’è un altro nome da fare.

Ahahahah! Non ci arriverete mai.

È una di quelle cose che ti ronzano in testa. “Non starò dimenticando qualcosa?” Sì! Ma cosa?

Guarin è in Cina..Ranocchia all’Hull City, Longo fa il fenomeno in Serie B spagnola…Seriamente, cosa c’è che non va?

                                                                             DODO’!!!!!

Il nostro giovane amico dell’Albero Azzurro non si è trovato bene alla Sampdoria, che vorrebbe sbolognarlo al più presto (Ma dai?) nonostante l’obbligo da riscatto da 4.5 milioni.

I genovesi (non per alimentare luoghi comuni, era una cosa scritta in modo innocente) vorrebbero uno sconto sul terzino, che ovviamente ha vissuto gli ultimi momenti di gloria nell’ultima trasferta a San Siro proprio contro di noi.

Saremo caritatevoli questa volta o ci faremo furbi? Un obbligo è un obbligo.

La luce l’ho spenta…

Il garage è chiuso…

MA ALLA FINE I SOLDI DI ALVAREZ SONO ARRIVATI O NO?

3) IL NOME DA PRENDERE A TUTTI I COSTI

Restiamo a Genova, e i costi non sarebbero nemmeno troppo elevati, viste le circostanze.

Il nome in questione è quello di Patrik Schick. Talento classe ’96 al quale stiamo ronzando intorno da tanto, troppo tempo. E purtroppo sappiamo bene tutti come va a finire in questi casi.

Oltre alle sirene estere, c’è anche il concreto pericolo della Juve.
Vederlo andare a far compagnia a Dybala sarebbe una cosa troppo troppo troppo difficile da mandare giù.

Ci troviamo di fronte a un potenziale fenomeno, un possibile capocannoniere tra un paio d’anni, così come era stato per l’ultimo bomber che abbiamo pescato dai blucerchiati.

….E va bene! Il penultimo!

Oltre a ricordare Icardi per il percorso, le doti tecniche e fisiche sono sotto gli occhi di tutti. C’è un altra grande dote di Schick da non sottovalutare: Quest’anno ha fatto vedere sempre ottime cose entrando dalla panchina. Un po’ alla Julio Cruz, e sappiamo come ci manca uno così per sbloccare le partite.

Perciò l’appello conclusivo è: AUSILIO/SABATINI/CHIUNQUE FACCIA IL MERCATO ALL’INTER, SVEGLIA!

“NOI, VE LO AVEVAMO DETTO.”

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.