Hapoel Be’er Sheva-Inter, il pagellone da psicanalisi o secondo altri da calci in culo

Novembre 25, 2016

Handanovic 4: La sapete quella del portiere che si fa ammonire al 44′ per perdita di tempo sul 2-0, e poi viene espulso nella ripresa provocando il rigore del 2-2?
Non sarebbero riusciti a inventarla nemmeno i migliori comici in circolazione. Bravo Samir, hai vinto la gara di barzellette e l’Inter è già fuori dal girone. Ancora una volta, noi di Ranocchiate ci avevamo visto lungo.

D’Ambrosio 4.5: Prova a fermare Nwakaeme a colpi di kitammuort come aveva fatto Insigne mercoledì con la Dinamo Kiev, ma ci mette molta meno passione, e si vede.

Miranda 4.5: Sembra non aver capito che non può salvarsi la faccia da solo senza che affondi tutta la nave. Sul gol di Lucio Maranhao ci fa rimpiangere il peggior Lucio degli ultimi tempi.

Murillo 4: Ormai al momento di leggere le formazioni titolari, uno spera quasi di non vederlo. Lanceremo una petizione per avere Ranocchia titolare. Il che è tutto dire.

Nagatomo 4.5: Non rovina la partita con un autogol come a Southampton. Questo gli vale mezzo voto in più.

Felipe Melo 6: Non si sa se gioca bene perché esce prima che del tracollo, o se la squadra abbia iniziato a fare schifo a causa della sua sostituzione. Nel dubbio questa volta ci tocca dargli una sufficienza

Dal 62′ Gnoukouri 4.5: Non pervenuto, si sarà perso nel deserto del Negev

Finding Gnouk
Trova Gnoukouri

Brozovic 5: tutto il suo repertorio condensato in novanta minuti:
Dagli Epic-gol agli Epic-errori. Un Bignami.

Candreva 5.5: è uno dei pochi a correre e crederci per tutta la partita. Ma l’unico risultato è quello di stancarsi inutilmente in vista della Fiorentina.

Banega 5.5: Finché i compagni corrono si esalta con giocate e passaggi. Quando Handanovic viene espulso è il primo a offrirsi per uscire, perché capisce che non è serata.

Dal 70′ Carrizo 5: In campo dà meno garanzie di un tassista ubriaco. L’unico motivo per cui è ancora all’Inter probabilmente è che si sono dimenticati di lui. Si mette in mostra con delle parate goffe e con il rinvio sbilenco che dà il via al 3-2. A fine partita si scambia la maglia col portiere dell’Hapoel e prende pure quella in due tempi.
Per favore, con lo Sparta fate giocare BERNI!

Icardi 6: Quando prende la traversa è lui il prescelto per la nostra dose di sfiga quotidiana. Ennesima buona prestazione da solista, ma non chiedetegli di più. Se continua così presto seguirà le orme musicali di Osvaldo.

vogliamo-ricordarli-cosi
È stato bello finché è durato

Eder 6.5 La solita partita di sacrificio. Sarà che sull’aereo per Israele ha letto la storia di Abramo e Isacco e ne è rimasto colpito. Biblico.

Dal 60′ Perisic 5: Chi di gol al 92′ ferisce di gol al 92′ Perisisce.
Dovrebbe entrare per dare nuova linfa all’attacco ma sembra il più sfinito di tutti.

Pioli 5.5: Finché la sua Inter ha benzina regala uno dei migliori primi tempi stagionali, ma quando il carburante finisce non c’è nessuno che scenda e lo aiuti a spingere.

foto da: Uefa.com

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.