Il cammino di Santiago Spalletti

Febbraio 9, 2019

Cari amici di Ranocchiate, probabilmente questo è uno degli articoli più difficili che mi ritrovo a scrivere.

Lo prenderò sul serio quindi.

SIGNORI, E’ ARRIVATO IL MOMENTO DELLA RICETTA PRE-PARTITA PERFETTA!
Basta con i soliti popcorn o con i fruttini, i nostri prepartita necessitano di ben altre calorie!

Ingredienti:

200 g di rinnovi richiesti
300 g di #crisinter
500 g di ansia
150 g di cross indecenti
Fase difensiva alla Strama q.b.
#Spallettiout a piacere

Prendete i 500 g di ansia e create una buona amalgama con i 300 g di #crisinter.

…FATTO?!

Una volta uniti bene i due ingredienti, fate rosolare le richieste di rinnovo fino a doratura, per poi aggiungere i 150 g di cross indecenti ed una manciata di fase difensiva alla Strama.

Versate il tutto in una pirofila e cuocete a 200° per tutto il pomeriggio: consumate il tutto con un buon bicchiere di #Spallettiout da consumarsi rigorosamente a fine pasto mentre guardate il video “Cedric goals & skills”.

Ecco, ora stronzate (ma neanche troppo) a parte, parliamo della partita.

Andiamo ad affrontare in trasferta una delle squadre più in forma del campionato, gli stessi che ci hanno regalato una gioia settimana scorsa.

Tutto molto bello, se non fosse che noi siamo forse la squadra meno in forma del momento.

Tutto da perdere quindi, ma vista la situazione, forse tutto da guadagnarci.

Perché ormai, non so se ci avete fatto caso, di Inter si parla sempre, ma di campo veramente poco.

“Viene Conte, è sicuro! Io lo so perché il cugino dell’autista del pullman di mio fratello conosce il giardiniere di Marotta e li ha visti insieme al bar”

“No, ti sbagli, arriva Simeone che sta mandando Godin proprio per assicurasi una difesa d’esperienza”

“Sbagliate tutti! In realtà Mourinho si è offerto all’Inter tramite Mendes ma l’Inter non è entusiasta perché Mou è un po’ troppo portoghese”

Tutto molto interessante, se non fosse che nel frattempo stiamo per giocare una partita molto importante per riprenderci dalla crisi di risultati con un allenatore che le sta davvero provando tutte per farci riprendere.

E no, non si chiama né Antonio, né Diego, né Josè: la fine della stagione arriverà e sarà tempo di bilanci, ma prima di allora mancano ancora un buon numero di partite, una coppa da giocare ed una qualificazione in Champion’s da riconquistare.

Si riparte da Parma, casa di un redivivo Gervinho e di un esercito di ex pronti e determinati a voler entrare nelle grazie del nostro #Ripigl.

In questo mare di melma che ci circonda, è arrivata la prima buona notizia: il nostro Leonida Skriniar rinnoverà, allontanando di molto le voci che lo volevano pronto ad accasarsi in qualunque top club.

Lucianone ha voglia di rifarsi ed ha deciso di dare una chance ai giocatori che, come lui, hanno voglia di riscattarsi.

Ci si rialzerà tutti assieme o si affonderà inesorabilmente nelle stesse modalità: la risposta arriverà dopo 90 minuti.

E dopo tutta questa bella filosofeggiata, adesso spazio all’ansia, che la partita sta per cominciare.

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

Aspirante psicologo, inguaribile romantico, di fede interista (Javier Zanetti: ora pro nobis). In questo strano mondo dove tutti si prendono troppo sul serio, mi piace raccontare le cose e le persone osservandole con l’occhio di chi, troppo sul serio, non ci si è preso mai. Se mi dici “si vede dalla faccia che sei interista”, ti sorrido e ti offro anche un caffè.