Il derby d’Italia cinese nel tempo di un caffè

Luglio 24, 2019

Il derby d’Italia cinese nel tempo di un caffè – Primo tempo

1′ – Si aprono le scommesse sul minuto in cui Sarri – nel tentativo di replicare la schermaglia verbale con Mancini – inizierà a urlare frocio a Conte.

2′ – Dalbert vs C*****o sulla stessa fascia.
Povero, mi spiace per lui.
Per Joao, s’intende.

2′ – Fallo di De Ligt su Esposito.
COSA FAI INFAME TI MITT UN PALO NEL C****.

5′ – DALB AL TIROOOO!
Non raggiunge nemmeno la linea di fondo.
#ProvaciAncoraDALB

8′ – Più vedo MiniSensi più mi convinco che sia lui il nostro Rafi quest’anno 😪
Ti voglio già bene Mini-bello, ma il RIPIGL vive dentro di me.

10′ – DE LIIIIIIIIIGT! LA METTE NELLA (PROPRIA) RETEEEE.
Grande calcio d’angolo di Sensi su cui spizza D’Ambrosio che mette il pallone verso il centro dell’area.
De Ligt tenta la mossa col gambone di Mariga, ma non ha la stessa agilità e rapidità dell’eroe del triplete.
1 a 0 Inter.

14′ – Passaggio orizzontale davanti alla nostra area che nemmeno i pulcini dell’oratorio cotolengo.
Ah, AK77, quanto mi sei mancato.

23′ – Oh comunque forte ‘sto Fulham!
Mi aspettavo di essere almeno 3 a 0 a metà primo tempo.

29′ – MADONNA CHE CAMBIO GIOCO DI DALBERT!!!
Sarà la calura estiva, ma più vedo DALB più mi convinco che se giocassimo l’intera stagione in Cina sarebbe ogni anno il miglior terzino della serie A.

35′ – Dalb ma cosa cazzo chiedi scusa a Ronaldo.
CALPESTALOOOOOO.

38′ – PERRY MA DOVE VAAAAI.
CORRI PERRY, CORRI FORREST!

43′ – Brozovic che nel tentativo dj far schiantare dalbert a momenti beffa Szczesny mettendola all’incrocio.

Intervallo

Ah, quindi mi dite che davvero stiamo giocando con la Juve e non col Fulham?

Il derby d’Italia cinese nel tempo di un caffè – Secondo tempo

1′ – Sulle tribune la giustissima presenza della famiglia Zhang.
Ma non è che se giochiamo troppo bene questi chiudono il mercato?

2′ – DALB, per favore, non ti emozionare ogni volta che scrivo che giochi bene.
Poi succedono cose come queste.

5′ – Oh, ma è entrato Demiral!
L’uomo che acquista valore per 10 milioni ogni giorno.

8′ – Ci prova Ronaldo con una saetta delle sue dal vertice basso dell’area, ma PADELLONE ci mette il guanto.
Bravo, Daniele, sei il mio condom preferito.

11′ – Altro tentativo da fuori area, ma ancora una volta padelli – questa volta con petto, gambe, braccia, faccia, pube – neutralizza il pericolo.

15′ – Cara amata Inter si soffre, come ai vecchi tempi.
Certo che un rimpallo a nostro favore nel 2° tempo devo ancora vederlo.

17′ – Gran break sull’asse Sensinho – Perisic con Perry che a momenti va in porta, ma si fa recuperare da Demiral.
+20 milioni di valore.

21′ – Certo che si vede proprio che Cristiano è il giocatore più amato in Cina.
Gli viene fischiato fallo ogni volta che qualcuno lo sfiora.
Avranno paura che si rompa.

22′ – Ed ecco che Ronaldo pareggia sul calcio di punizione inesistente appena assegnato.
Deviazione di Skriniar e palla nel sette imprendibile per Padelli.
Insomma, un altro rimpallo…

23′ – Dai adesso DALB fa il 2-1.
Tutto secondo i piani.

27′ – Azione insistita dei nostri che prima con Perisic e poi con Esposito non riescono a trovare lo spazio per il tiro.
Alla fine la palla arriva a Gaglia che si azzoppa da solo e la passa a Sczesny.

30′ – PADELLONEEEEE!
Lancio in profondità per Ronaldo che sullo slancio riesce a saltare il n. 12 nerazzurro.
Ma Padelli non ci sta, gli corre dietro e con una scivolata degna del sommo Froggy gli strappa il pallone dai piedi.
Non vedevo un portiere così brutto ma efficace dai tempi di Weidenfeller.
COSÌ SI FA!

33′ – Girandola di cambi.
Dentro Froggy, Bastoni, Borja, Joao il bello, ma, soprattutto, SAMUELE LONGO.
Il predestinato.

36′ – OOOOOOOH PUTTANELLE!
NON TOCCATEMI DALB.

38′ – Comunque non bastava spararsi 90 minuti di derby di Italia cinese.
Ora se si pareggia dobbiamo vedere pure i rigori.
Non posso restarci secco durante le amichevoli estive, però.

40′ – Ottantacinque minuti giocati, caldo, alto tasso di umidità, ritmi blandi.
Finalmente possiamo vedere Joao Mario nel suo habitat naturale.

45′ + 4′ – Fine. E rigori siano.
E pure infarto.

Il derby d’Italia cinese nel tempo di un caffè – Calci di rigore

Primo rigore. Froggy. Parata di Buffon. Uccidetemi subito.

Per la Juve si presenta un portoghese anonimo. Gollonzo. Oh, perché sono ancora vivo?

Brate Puscas per rilanciare la nostra partita. Daje Georg! GOOOL. 1-1

Va beh, Ronaldo manco stiamo a descriverlo.

Longo. Errore quotato a 0.90. Tiro, parata di Buffon, palo, fuori. Eh, Samu.

Emre Can. Palla all’angolino, Padelli immobile.

Joao Marioooooooooo! Non ci credevo manco io. 3-2

Rabiot, rigore decisivo per l’uomo del momento, va a trovare i tifosi in tribunaaaaaa. 3-2 ancora.

Barella, rigore a effetto saponetta, Buffon se la fa passare sotto il braccio. 3-3

Bernardeschi, altro rigore decisivo. TRAVERSAAAAA. 3-3 ANCORA.

E ora palla a Borja. Va col destro e tira penso il più brutto rigore che abbia mai visto tirare a qualcuno. La condanna di Nonno Borja.

Ecciao, ora tocca pure a Demiral. Sento già l’odore della plusvalenza. Gol e + 40 milioni.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.