Inter-Fiorentina: la nuova era di terrore suninghiano

Novembre 28, 2016

Per una volta un inizio di settimana tranquillo, un lunedì senza subire sfottò, anzi, la Juve ha anche perso.
Ma non ci staremo dimenticando qualcosa?
Ah già, stasera c’è Inter- Fiorentina!

Non siamo ancora arrivati a dicembre e abbiamo già vissuto una decina di partite decisive.
Qualche ultima spiaggia, un paio di dentro o fuori, così a memoria ricordo anche qualche ultimo treno.
Ogni volta che finisce una partita, ne spunta subito fuori una ancora più decisiva.

Infatti, la sfida con i viola ha una duplice valenza dentro e fuori dal campo:
Pioli in queste due partite sembra essersi fatto un’idea dei pro e dei contro (soprattutto dei contro)  della sua rosa.
E avvicinandosi alla sosta invernale, la sensazione che assisteremo a una potatura si fa sempre più convincente.

Comunque dei difensori più utili di Nagatomo
Comunque dei difensori più utili di Nagatomo

A dar man forte all’allenatore, per fortuna, c’è anche la tutt’altro che rassicurante presenza di Suning prevista in tribuna.

L’erede di Bolingbroke, Jun Liu, in questi giorni ha esaminato tutto l’esaminabile dell’ambiente Inter, ed è pronto a riferire ai suoi capi tutto quello che non va.
Me lo immagino come uno bastardissimo, e forse è meglio così.

I cinesi hanno appena inaugurato il super Store di Nanchino, con merchandising dedicato all’Inter e allo Jiangsu.
Per chiari motivi di marketing, tra le due squadre sarebbe meglio se fossimo noi la più vincente.

Infatti abbiamo già in programma di inviargli per Natale Felipe Melo, Biabiany, Santon e Jovetic (un po’ dispiacerebbe per quest’ultimo) e magari anche Palacio (stesso discorso).
Grazie a questi scambi almeno potremo giocarcela alla pari.

Si spera che i pacati avvertimenti (leggi: minacce) di Suning abbiano motivato la squadra a regalarci una vittoria

Abbiamo già parlato dell’effetto Suning.

Inoltre le  3 migliori prestazioni stagionali sono arrivate nei big match contro Juventus, Roma e Milan. Bisogna solo vedere quanto i nostri, abituati ai grandi palcoscenici della Champions League (ironia mode on) considerino l’umile Fiorentina una grande del campionato.

 Il metodo di pioli per scegliere il titolare di stasera
Il metodo di pioli per scegliere il titolare di stasera

In questo clima del Terrore c’è solo un eroe che non teme Zhang de Robespierre

Il suo nome è Andrea Ranocchia.

Lui è pronto a rilanciarsi e a fregare il posto a Murillo

La domanda è: Noi siamo pronti a rivederlo in campo?

(foto: www.inter.it)

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.