Inter-Lubentus il pagellone della dittatura cinese

Luglio 25, 2019

HANDANOVIC s.v.: Dai fateglielo sto regalo ai tifosi cinesi e mettete Berni titolare. Sono sicuro che ci tengono tanto, davvero. No ma non lo dico perché lo vorrei io, lo dico per loro, giuro.
Berni titolare e il brand PEM! SI IMPENNA!

PADELLONE 10: E c’è gente che ha il coraggio di dire “portiere brutto da vedere”. “Brutto tecnicamente!!” MA DOVE? è impossibile associare le parole Padelli e B….no.. non ce la faccio.. BELLISSIMO. Ma l’avete visto l’arpione sul Politano portoghese? Ma di cosa stiamo parlando?

D’AMBROSIO 7: no ma chi sarebbe questo sex symbol portoghese di cui tutti parlano? Joao Mario, vero? Io di giocatori belli e dominanti ne ho visti tanti, ma erano tutti in nerazzurro.

DE VRIJ 6: Stravince il duello olandese a distanza. Per meee c’è solo un DE.

SKRINIAR 6: Ripeto quanto detto contro lo United: se le amichevoli le giochi così incazzato in campionato cosa fai? tiri le bombe a mano?

CANDREVA 6: “Eh ma me la passa di merda!” “Chi?” “Dalbert!” TONINO SPIONE

GAGLIARDINI 6: Fisico massiccio, patisce ancora i carichi di lavoro, ci vuole un po’ per entrare in condizione. Dai che per la prossima International Champions Cup 2020 forse sarà pronto.

BROZOVIC 6: Ottima occasione per Suning per esportare il brand. Certo abbiamo perso e tre quarti di stadio a Nanchino tifava Juventus, ma almeno siamo riusciti a vendere un sacco di lavatrici col marchio Inter. Per le prime 10 telefonate viene direttamente Brozovic a montarvele a casa e una batteria di pentole.

SENSI 7: Paragoni importanti per Sensolino che ci sta rapidamente conquistando il cuore. Come stile di gioco ricorda un po’ Rafi. Diamo subito sti venti milioni al Sassuolo e #RISCATT.

DALB 10: MIGLIORE IN CAMPO PER LA SECONDA VOLTA CONSECUTIVA. Padrone della fascia, la p*****a col 20 lo rincorre inutilmente per tutta la gara, ma DALB corre sulle spiagge atlantiche seguendo il calcio di un pallone, come quando aveva fatto innamorare Piero Ausilio ai tempi d’oro del Nizza. Giocatore TOTALE. Consigli per il fantacalcio: DALB a millemila milioni senza pensarci un attimo.

PERISIC 6: Nuovo esperimento con Ivan punta. Dicono che per motivarlo Conte gli abbia detto “dai vediamo se in questo ruolo sei più forte di Icardi”. Tanto il Brate quando ha voglia gioca bene in qualsiasi ruolo, anche in porta. L’importante è trovarla, la voglia.

ESPOSITO 6: UN DOPPIO SOMBRERO COSI’ NON SI VEDEVA DAI TEMPI DI GNOUKOURI SU DE ROSSI. #MITTTT

PUSCAS 9: RIGORE BATTUTO ALLA PERFEZIONE, MOVIMENTI GIUSTI:  Si sa che con Ausilio in agguato è più in difficoltà di un rinoceronte bianco in via di estinzione, ma l’attaccante del futuro è sicuramente lui. #TIEN.

BASTONI 4: Da apprezzare la personalità di battere il primo rigore, ma purtroppo lo sbaglia. Forse è ancora troppo giovane per queste cose. La prossima volta lascialo fare al Capitano.

RANOCCHIA 10: Sempre impeccabile come al solito.

LONGO 10: Voi lo criticate tanto ma dopo i dieci minuti di ieri i direttori sportivi di mezza Segunda División si staranno leccando i baffi.

JOAO MAO 10: ormai quando entra in campo i cronisti di sportitalia ci fanno apposta a parlare di umidità e asciugamani bagnati. Incanta il pubblico di Nanchino con la sua sculettosità e tuffi drammatici ogni volta che gli fanno un contrasto. Lì con Eder sarebbe una star assoluta (pensaci Joao).
Nel finale si conferma miglior rigorista della rosa, andando a beffare Buffon nell’angolino e tornando a centrocampo sculettandogli in faccia con un sorrisetto compiaciuto.

NONNO VALERO 10: OH È TARDI HO SONNO ANDIAMO A CASA *passa il pallone a nonno Buffon che lo ringrazia e fa finire la partita*

Appartengo alla categoria di tifoso: “avvocato delle cause perse”. Tra i miei assistiti più famosi spiccano il grande Van der Meyde, Stramaccioni e soprattutto Marko Arnautović. Affetto da “interismo” da quando ho memoria, la malattia si è acutizzata irreversibilmente durante un anonimo campionato sotto la guida di Alberto Zaccheroni.