Inter-Sampdoria, il pagellone culone

Ottobre 25, 2017

HANDANOVIC 5.5: “Oh ragazzi ma ve li ricordate i bei tempi, quando prendevamo due gol a partita e soffrivamo come cani contro chiunque? Quella bella atmosferina elettrizzante, San Siro che si caga addosso…Non lo so, io stasera un paio di gol me li faccio fare, se no non c’è gusto.” NOSTALGICO.

D’AMBROSIO 6.5: Un’altra prestazione più che sufficiente. Per i miracoli (leggi: riuscire  per una volta a non prendere gol da Quagliarella) ci stiamo attrezzando. SOLIDO

MIRANDA 6: Tutto sommato bene ma certe volte fa più sbavature di un boxer di fronte a una scatola di croccantini. A tutto questo aggiungiamo che non si fa nemmeno ammonire, e allora che ci sta fare in campo? LUCIO 2.0

SKRINIAR 7: Sto ragazzo è un fottuto muro. Si vocifera di un’offerta di Trump da 300 milioni per piazzarlo al confine tra USA e Messico. E FORZA MILAN FACCI UN GOL (!?!?!?)

NAGATOMO 7 (SETTE!!!!!) Yuto conferma quel modo di dire secondo cui in qualsiasi cosa tu sia bravo, c’è sempre un asiatico capace a farlo meglio di te. E questo vale per Dalbert e il ruolo di terzino sinistro. Il nostro calciatore giapponese preferito (Anche perché è l’unico) non smette di crescere e sorprenderci di partita in partita.
Noi lo criticavamo ma lui è talmente avanti che non se ne è nemmeno accorto. Qui ci troviamo di fronte a un genio incompreso, per esempio quando la appoggia con nonchalance in retropassaggio sulla linea di porta. Standing ovation meritata. UN VICE CAPITANO, C’E SOLO UN VICE CAPITANO, UN VICE CAPITANOOOOOOO……

GAGLIARDINI 7: Perde tanti palloni, ne recupera tanti altri, sbaglia tanti passaggi, ne azzecca tanti altri. Non sappiamo come cambierebbe il centrocampo senza di lui, ma di sicuro sarebbe molto più noioso. GIOCA JOUER

VECINO 7: nei suoi anni in Toscana ha imparato tutte le doti richieste da Spalletti, come la c aspirata e la ricetta del lampredotto. Questo fa di lui un elemento fondamentale del centrocampo. Ah come dite non abbiamo comunque altri centrocampisti? STEVIE G

BORJA VALERO 6.5: È la media tra un primo tempo fantastico e un finale in cui probabilmente non ne aveva più. Ma ormai è diventato insostituibile per due motivi:
1-Joao
2-Mario
GENEROSO

CANDREVA 7: Fa venire un cerchio alla testa ai blucerchiati….Ok questa è pessima. Però con questa striscia di partite positive mi ha colto di sorpresa e non so cosa dire. PERO’ BRAVISSIMO DAVVERO.

PERISIC 8: Si vede che è proprio fortunato. Un palo, una traversa. Un gol che sarebbe entrato nella storia se fosse entrato il pallone. Per poi essere subito rimpiazzato dal bolide di Yuto da 30 metri, quello si che meritava porca miseria. PERISIC = BATMAN  BROZOVIC = BARMAN

ICARDI 8: Il Capitano* dimostra la sua spietatezza nei gol dell’ex. (Inserire battute a piacere su Wanda e Maxi, ormai sono tutte vecchie) “Peccato” che in Serie A abbia giocato solo con la Samp, ma il Barcellona è già avvisato per quando nel 2147 torneremo in Champions. LA DURA LEGGE DEL GOL

EDER s.v: METTI GABIGOOOOOOOL KARAMOOOOOOOH

JOAO MARIO 4: BRUTTINO.

SANTON 5.5: Due mesi a trattare col Nizza (e 25 milioni) per assistere alla staffetta Nagatomo/Santon.
L’essenza del calcio è racchiusa in momenti come questo. <3 

SPALLETTI 8: Se sta facendo giocare così bene Nagatomo, possiamo solo immaginare cosa diventerà con lui Ranocchia. Ma attenzione a sorprendervi, Lucianone aveva già avvisato tutti in tempi non sospetti:

* Capitano finché non torna Ranocchia, quella fascia è solo in prestito

 

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.