Inter – Sassuolo nel tempo di un caffè a porte chiuse

Gennaio 19, 2019

Prepartita

Squinzi promette il solito bonus di 100.000 euro ai suoi giocatori in caso di vittoria

 

Primo tempo

2′ – Spalletti dimostra subito di aver capito la lezione.
Prima azione in avanti Sassuolo e Asamoah si mette subito nel mirino le ginocchia di Berardi.
Il quale, purtroppo, si rialza.

7′ – Non so spiegarmelo, ma dopo sette minuti sono stranamente fiducioso. Sarà la visione del Bel Joao che scorrazza in mezzo al campo.

14′ – Nel frattempo Locatelli se ne infischia della mia iniziale fiducia e a momenti ci punisce con il più classico dei gol dell’ex Milan.

15′ – Squinzi alza il bonus vittoria a 200.000 €.

17′ – Lampo di Politano sulla sinistra che libera Brozo per il cross. Vecino la prende in triplo avvitamento carpiato, ma la palla supera di poco la traversa.

23′ – Bella azione offensiva del Sassuolo, sarà che il telecronista arabo che sto sentendo ha iniziato a urlare qualcosa sul Sassuolo tiki taka, ma la fiducia inizia a scricchiolare.

30′ – Gran cross di Perisic dalla sinistra su cui ai infila Politano. Tocco appena il nostro CRPOLI e solo con un grande intervento – di quelli che sfoggia due volte l’anno contro di noi – Consigli riesce a mandarla oltre alla traversa.

 

Intervallo

Squinzi alza il bonus vittoria a 300.000 €.

 

Secondo tempo

47′ – Nagatomata incredibile di Peluso e a momenti passiamo in vantaggio nell’unico modo in cui mai potremmo contro il Sassuolo.

54′ – Mi dicono parata incredibile di Handanovic. Guarda tu se Handa deve combinare certe cose proprio quando mi salta la luce.

56′ – Brozovic cerca il gol da centrocampo come Stankovic in Inter-Schalke, anzi diciamo in Inter-Genoa perché magari potrebbe portare sfiga.

60′ – Squinzi alza il bonus vittoria a 300.000 €

61′ – Entra BOGA e ho un pessimo presentimento.

65′ – Duncan completa la trasformazione in N’golo Kante.

69′ – Squadre più lunghe, fase confusa della partita con tentativi da entrambe le parti.
Resta solo da capire quando e come segnerà il Sassuolo

70′ – Pardo ha appena detto che sono 647 i minuti di imbattibilità in casa.

71′ – Squinzi, nel dubbio, rilancia con un budget vittoria di 500.000€, di cui centro destinati a Pairetto.

74′ – I cronisti fanno notare che una parte di bambini sta cantando Forza Sassuolo.
Non poteva che finire così.

79′ – Doppio MITT, dentro Lautaro e anche Nonno Borja.

80′ – Squinzi va per il tutto per tutto e decide di offrire ai giocatori del Sassuolo una villa a Dubai, una rolls royce rossonera, un rinnovo a tutti a 8 milioni l’anno più il calendario di Wanda Nara.

83′ – Subito occasione per Lautaro. Purtroppo il colpo di testa è troppo centrale e debole, ma anche se fosse stato forte e angolato Consigli l’avrebbe parata lo stesso.

86′ – Dagli spalti si alza un coro in scozzese OH BLACK AND GREEN, OH BLACK AND GREEN COME ON BLACK AND GREEEN

87′ – Azione politanmessesca del già citato Boga, boateng cerca la rovesciata ma per fortuna non riesce a coordinarsi…. E intanto pure stasera i nostri 4 anni di vita li abbiamo persi.

89′ – Pallone della vita su punizione di brozovic, schema con un passaggio a Perisic che è ancora stanco per il mondiale e non lo capisce.

90′ – Pallone da ritardati perso da Perisic, prima Bogà e poi Bourabiaà vanno vicinissimi al gol ma chissà come ci salviamo.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.