Inter-****, un pagellone senzA Sensio

Ottobre 7, 2019

HANDANOVIC 5.5: i suoi scambi con Cuadrado danno origine a un ciclo infinito di energia autoalimentato, un po’ come il motore-a-gatto-imburrato o come un mitocondrio di Javier Zanetti. Giocherebbe anche bene se non gli facessero fare il regista, provocandoci ripetuti attacchi di panico sugli spalti. Io sta cosa che dobbiamo fare il tiki taka in difesa non la capirò mai, ma diamo una bella zappata ignorante palla lunga e via, abbiamo sempre fatto così.

DE VRIJ 5.5: Conte continua a urlargli “partite dal basso! Dal basso!” ma dopo l’uscita di Sensolino non si capisce proprio di che basso parli. Da Asamoah? Da Barella? Da Lautaro? Basso? Che basso? cosa vuol dire basso? bassi sarete voi che dite queste cose qua.
In attesa di capire continuiamo a fare gli equilibristi nella nostra area. Continuiamo così, facciamoci del male

GODIN 5: Dagli spalti non si è capita bene la sua partita, poi ho cercato su internet e ho letto infortunio muscolare + strizzatina di palle a Dybala e sono ancora più confuso di prima

ASAMOAH 5: Continua a perdersi Cuadrado e non capisce un cazzo di come marcarlo tanto per cambiare.
A un certo punto Marotta e Zhang si guardano e dicono:
-“vabbè usiamo le misure drastiche..”
-” compriamolo”
-“rinchiudiamolo in un bunker in c.. Ehm si, intendevo dire, compriamocelo. Ok.”
Juan Cuadrado welcome to inter january 2020 goal skills and tuffi

Breve aneddoto cringe: Conte intanto gli urla Asaaaaa, Asaaaaa per spiegargli la posizione da mantenere, ma Kwadwo non ne vuole sapere di ascoltare. Allora Andonio gli manda il fidato D’ambro come messaggero, che riporta il messaggio e torna dal mister dicendogli ‘a sà mo’, ah! 

SKRINIAR 5.5: Come se non bastasse Cuadrado, come se non bastasse Rocchi, eccoci di nuovo in un altro incubo ricorrente chiamato Higuain. Questa volta senza nemmeno un Santon a cui dare la colpa.
Per fortuna almeno un Rocchi simpatico lo abbiamo avuto, Tommy, ma di Gonzalo simpatico chi c’era? Sorondo??

D’AMBROSIO 6: Dalla sua parte ha due clienti difficili, Candreva e Tino Lazaro. Ma anche Ronaldo e Alex Sandro. Ma soprattutto Candreva e Lazaro. Comunque vada lui il suo obiettivo stagionale se lo sta portando a casa. Riesce a non far vedere il campo a entrambi neanche stasera monopolizzando la fascia destra. Peccato perché nel gol vittoria di Tino noi ci credevamo. Chissà come sarebbe andata se…

BASTONI 1: Dispiace perché è un bravo ragazzo e si vede che ha talento e ci tiene, ma in certe partite è meglio affidarsi a una garanzia, a una certezza, a un giocatore che ci dia sicurezza.
Per esempio con il numero tredici il capitano Andrea Ranocchia, tanto per fare un nome a caso, ma poi scegliete voi come preferite eh per noi è uguale ci mancherebbe

BROZOVIC 6: 6 ottobre 2019, reparto di ostetricia dell’ospedale di Milano, Brozo cammina nervosamente avanti e indietro sbuffando e agitando le braccia. Un signore in attesa gli chiede “primo figlio?” Brozo risponde “mah in realtà no”.
Il nostro Croco preferito continua a fare capolino in sala parto sbuffando “ooooh ma allora sto cavolo di bambino nasce o no UFFFFF”.
A un certo punto il nostro piccolo Rafi arriva finalmente a rinfoltire la famiglia interista, dà un primo emozionante sguardo al papà, gli sbuffa in faccia scuotendo la testa e inizia ad agitare le braccia. Tale padre, tale figlio.
#MITT A RAFIBROZO

SENSI 10: GUARISCI PICCOLO COSA TI SEI FATTO AMORE VIENI QUI DALLA MAMMA FATTI DARE UN BACINO SULLA BUA METTITI UN CEROTTINO CARINO DI QUELLI CHE SONO AVANZATI DALL’EX ARMADIETTO DI JOAO MARIO TI PREGO STEFANINO NON FARE SCHERZI CHE SEI FONDAMENTALE E CI SERVI

si è capito come passerò le prossime ore: “ok google come sta Sensi” “ma sì google quello nano nuovo dell’inter che sembra iniesta” “come dici? ok google cerca viaggio lourdes prezzi”.

VECINO ???: a un certo punto dicono che sia entrato in campo, sinceramente non so dirvi di più, boh

LUKAKU 4:
Lista di cose inutili ma comunque più utili di Lukaku in attacco:

una betoniera piena di malta

una campana del vetro

mauro icardi

una fiat multipla in doppia fila

LAUTARO 6.5: tra Barcellona e gobbi sta vivendo un periodo d’oro che in un nostro giocatore non si vedeva da anni, forse l’ultimo così in forma era stato lo JoJo Jovetic nel suo inizio magico con l’Atalanta e il Carpi. Quindi carissimo Toro stai tranquillo, che anche se abbiamo fatto 0 punti ci sono segnali positivi, ed è sempre meglio che farne 6 subito e crollare in seguito.
Potremo perdere anche noi a testa alta una volta ogni tanto o è un privilegio raro riservato a tutte le altre squadre tranne noi? Chiedo per un amico. Possono raccontarci quello che vogliono ma prima di dicembre non sarà mai una vera #CRISINTER.

CRPOLI 7: IL VERO FENOMENO IN CAMPO ALTRO CHE SIUUUU. Inventiamoci anche noi una cosa figa tipo che quando uno dei nostri segna inizia a fare le capriole alla oba oba e urliamo tutti quanti MIIIIIIIIIITTTTT

ANTONIO CONTE 5: Boh raga a me sta cosa dei gobbi che si incazzano e lo sfottono me lo fa diventare ancora più simpatico. Ma c’è da dire che sto anche empatizzando con Giampaolo quindi forse sono un caso umano io e basta.

Meno male che c’è la sosta.

O forse no.

Appartengo alla categoria di tifoso: “avvocato delle cause perse”. Tra i miei assistiti più famosi spiccano il grande Van der Meyde, Stramaccioni e soprattutto Marko Arnautović. Affetto da “interismo” da quando ho memoria, la malattia si è acutizzata irreversibilmente durante un anonimo campionato sotto la guida di Alberto Zaccheroni.