Milan-Inter, il derby di coppa nel tempo di un caffé

Dicembre 27, 2017

*PREPARTITA*

Curiosità al Meazza per questo derby natalizio che decreterà chi verrà eliminato dalla Lazio in semifinale.

Sorpresa nel Milan: Non ce la fa Storari, il fenomeno di stasera sarà incredibilmente Antonio Donnarumma, che per l’occasione diventerà la fusione tra Sorrentino e Consigli.

Alla fine Donnarumma è solo un Sorrentino che ha scelto il procuratore giusto.

Sorpresa anche nell’Inter: Fuori il re di coppe Padelli, dentro Handa.
Non se lo meritava Danielone, visto che se non siamo qua sul divano con la sciarpa del Pordenone è soltanto merito suo.

SPALLETTI FAI SCALDARE BERNI!!!!

*CALCIO D’INIZIO*

1′- Partenza bella carica dell’Inter

2′- Fine della partenza carica dell’Inter

5′: Abbiamo già sprecato due corner: uno è uscito nella traiettoria, uno l’abbiamo tirato addosso al difensore sul primo palo. Bene così.

7′: Joao Mario è l’unico che dopo tre settimane di tonsillite diventa più bello di prima

Si leva un coro alla Materazzi verso Donnarumma “PUNTALO CHE È SCARSO!!!”

Però non lo puntiamo mai, e non proviamo nemmeno un tiro da 30 metri. Secondo me varrebbe la pena provare.

13′: La Rai ci delizia con un primo piano di otto secondi su Fassone

14′: Joao Mario ha già esaurito il bonus bellezza

16′ – Cancelo inventa il cross in verticale verso Candreva. Palla sul fondo.

-Approfittando dell’atmosfera acquatica, il Milan si lascia andare in una simpatica gara di tuffi

-Qualcuno dia i braccioli a Suso

-Suso entra a San Siro: SPLASH

-GOL DI RANOCCHIA!!!
-AUTOGOL DI DONNARUMMA!!!
-Gol annullato per fuorigioco di Frog…. Eh ok, non è giornata.
Comunque al primo tiro in porta questi si sono fatti gol da soli, per dire contro chi stiamo giocando…

-Ormai Suso è una certezza nei derby, come Milito-Abate ma a parti invertite.

-Cancelo viene Falcinellizzato senza pietà da Bonaventura. Un miracolo di Handanovic evita un Hateley bis.

-Miracoli qua e là di Handanovic, la coppia Skriniar-Frog è agguerrita e solida. Male l’attacco come al solito.

 

 

*FINE PRIMO TEMPO*: Non così male, considerando che stiamo giocando in 9 senza Perisic e Joao Mario

-Ma Skriniar non è che ha un fratello da tesserare?  Antonio Skriniarumma.

-Se sento ancora una volta dire Perishish mi sento male.

-METTI KARAMOOOOOOOOH

– Azione offensiva dell’Inter, torre di Icardi verso Joao Mario: Sappiamo tutti come andrà a finire

*Insulti irripetibili a Joao*

-Forse Mazzarri non aveva tutti i torti sul giocare con la pioggia.

– Borja, Vecino e Icardi stanno ancora digerendo il pranzo di Natale probabilmente.

-Skriniar se la prende malissimo con i tuffi di Kalinic e decide di azzopparlo. L’unica cosa bella della partita.

-Dopo l’ingresso di Calabria e Cutrone, Gattuso manda a scaldarsi Nduja.

-Intanto in una strana pubblicità una tizia partorisce dentro alla Conad, e non è neanche lontanamente la cosa più improbabile che abbiamo visto stasera.

-Difficoltà dei cronisti Rai a distinguere l’Inter dal Milan.
Noi invece siamo sopravvissuti ai derby dell’anno scorso.

– Arriva un’atmosfera molto cupa. Ok perdere con Udinese e Sassuolo, ma contro il Milan no dai…

-Comunque Ranocchia per adesso migliore in campo.

– Kessie’ cade a terra e si accorge che non è acqua.

-SUPPLEMENTARI! Per la seconda volta ai supplementari contro una squadra con esperienza nelle serie inferiori

Vado ai supplementari con la stessa voglia di vivere di Brozovic

-Continua a non entrare Karamoh

-Dai finiamola subito con questa farsa: Non solo siamo scoppiati, mettiamo altri minuti nelle gambe per sabato contro la Lazio. Bene così.

-Chissà forse vedere Milan-Pordenone non era così male…

-Gol di Cutrone. Dopo oltre 300 minuti di imbattibilità consecutiva, l’Inter subisce gol con Ranocchia in difesa. Nulla dura per sempre.

Per esempio una stagione dell’Inter da Agosto a Maggio. Ahahaha quella è utopia pura!

-Dal 105 in poi: Non ho più guardato.

Spero che Froggy sia andato a fare la punta di sfondamento e l’abbia ribaltata con due gol, vado a dormire rilassato con questa illusione.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.