Milan – Inter nel tempo di un caffè

Aprile 4, 2018

L’ultimo gol di Candreva risale a un anno fa. Ma vuoi vedere che… Allunghiamo il digiuno ancora un po’?

Primo tempo

3′ – Inizio più entusiasmante di un derby negli ultimi 110 anni di storia.

4′ – OK, abbiamo finito l’entusiasmo.

5′ – Cancelo, la paura fa novanta.
Tutti che scivolano e sbagliano, lui si dribbla tutti a due passi dalla porta

7′ – Scatto impossibile di Miranda che rimonta 15 metri a Cutrone, sputa un polmone e gli ruba il pallone nell’assordante silenzio stupefatto dello stadio.

8′ – Livello tecnico di questi primi 7 minuti: Gagliardini sotto effetto di sostanze stupefacenti.

17′ – Primo tentativo candrevoso di mettere alla spalle il digiuno. Centrale.

21′ – Miracolo impossibile di Handanovic sul colpo di testa di Bonucci. Probabilmente una delle sue parate più difficili di sempre.
Per un attimo ho visto Julione.

22′ – Cancelo erasmus tenta subito di rovinare tutto con un passaggio a centroarea diretto a non si sa bene chi.

37′ – Assist geniale di Candreva per Icardi che insacca mandandomi in tale visibilio che stento a riconoscere i miei amici quando devono scendere a recuperarmi in strada mentre urlo MAUROOOOO ICARDIIIII

Secondo tempo

3′ – Altro forcing iniziale che culmina nella traversa direttamente da cross di Perisic in quello che, pare, sia stato l’unico tocco di palla nella sua partita.

4′ – Bellissima azione sulla destra di Candreva, cross al bacio per il terzo tempo perfetto di Rafinha, ma la palla bagnata scivola sulla fronte umida non correggendosi verso la porta solo per questo.
Ora capisco quando Mazzarri se la prendeva con la pioggia.

11′ – Il destino triste che ci attende si manifesta con il più gol sbagliato da Icardi. Solo, a porta vuota. Probabilmente era troppo facile.
Abbiamo un capitano troppo corretto.

20′ – Donnaruma, dopo decine di interventi alla stregua di topo Gigio, decide di tornare un portiere di calcio distendosi e intercettando il cross di Perisic con i contagiri.

25′ – Eurogol in rovesciata di Cristiano Cutraldo. Per fortuna il Fuorigioco impedisce che la memoria di Jeison Murillo venga offesa da un gesto del genere.

30′ – Esce Candreva… E non entra Karamoh.
Beh dai chiudiamo tutto subito.

45′ – Brivido immondo in area nerazzurra. L’unica occasione milanista del secondo tempo arriva giusto all’ultimo per portarci via giusto un altro annetto di vita

48′ – Avevo detto gol più colossale sbagliato da Icardi in carriera?
Non avevo ancora visto questo.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.