Napoli – Inter, il pagellone delle pippe

Gennaio 8, 2020

HANDANOVIC 6.5: Ferma tutti gli attacchi del Napoli con l’aiuto della traversa e della telecinesi se serve. Poco carino da parte sua visto che “eeeeh ma il Napoli ci ha regalato i gol!!!!11!11”

CAMERATA BIRAGHI 7: IL NOSTRO DOMINATORE DELLA FASCIA SINISTRA, SPEZZA LE RENI AL NAPOLI IMPERVERSANDO SV QVELLA FASCIA SINISTRA CHE PRIMA DEL SVO ARRIVO ERA TVTTA VNA GRANDE PALVDE. L’VNICO GRAVE ACCADIMENTO SI HA QUANDO, AL MINVTO TRENTANOVE, IL CENTROCAMPISTA DEL NAPOLI ALLARGA PER GIOSVÈ CALLEIONE. IL CAMERATA BIRAGHI DECIDE DI PRENDERSI VN MOMENTO PER SALVTARE E OMAGGIARE LA PATRIA, DVQUE ALZA AL CIELO IL BRACCIO DESTRO TESO CON FIEREZZA. INCRESCIOSAMENTE IL CALLEGLIONE NON RISPONDE AL SALUTO MA SERVE L’ASSIST AL COMMILITONE ARCADIO MILICO CHE VA IN RETE.
IL GVARDA LINEE, ANCHE EGLI PRESENTE SVL POSTO, NON RISPONDE AL SALVTO DI BIRAGHI E NON ALZA IL BRACCIO CON LA BANDIERINA.
DISONOREVOLE.

BASTONI 7: Porta gioventù e Mittanza nel reparto difensivo. Partita perfetta, ma ovviamente lontanissima dal livello di un pallavolista olandese da 75 milioni. Nel secondo tempo si mette in mostra con una cavalcata nostalgica alla Lucio ma a differenza sua non perde la palla e non innesca un contropiede del Napoli. C’è da imparare.

DE VRIJ 7: Un vero e proprio muro. Oltre a essere insuperabile in difesa, segue perfettamente le indicazioni di Conte e svolge il ruolo di regista basso.
In attesa che torni Sensi ahaha l’avete capita perché Sensi e un regista basso ahahah ma basso nel senso che è un tappeto ahaha

SKRINIAR 6:
Zielinski: non mi ha toccato
Arbitro: punizione per il Napoli
OK.
Viene anche ammonito e salterà la prossima partita. VAI FROGGY È IL TUO MOMENTO. MITT AL CAPITANO.

CANDREVA 7: E così ho scoperto che si è Candrewizzato sia sopra che sotto. BOBO VIERI LEVATI PER GRANDI PRESTAZIONI SHAVE LIKE A CANDREW

L’AJATOLLAH GAGLIARDINI 10: PER MOLTI È SANTITÀ ABBOCCHI SEMPRE ALL’AMOOOO
LE BARRICATE ALL’INTER LE FAI PER SEI MESI BUONI CON GASPERINI, CHE CREA FALSI MITI DI PROGRESSOOOOOOO

Vecino 6: partita di gran sacrificio (si è un modo di scrivere qualcosa di bello con una frase fatta). Nel primo tempo sfiora il gol su calcio d’angolo esattamente come in Lazio Inter ed esattamente come in Lazio Inter l’ho scambiato per Ranocchia e ho urlato UHHHH FROGGYYYY STAVA PER SEGNARE IL CAPITANO nonostante non fosse nemmeno in campo

BROZOVIC 7: SI DOMANI COME STILE DI VITA

BARELLA 7: celebra il suo ritorno prendendo un bel cartellino giallo e salterà Lazio Napoli.
A fine partita dà spettacolo con le sue avances a Brozo che lo sfancula LETTERALMENTE OGNI MIA INTERAZIONE CON UNA DONNA.

LAUTARO 10: Direi di prenderci un secondo per dare ragione a Papà Lautaro quando faceva il Boomer su Twitter, alla fine aveva ragione lui dai.
No, non sui migranti i vaccini e sulle scie chimiche, intendo quando diceva MITT AL TORO.

LUKAKU 10: È una pippaaaaa e ora anziché inventarmi un finto pagellone pieno di critiche ironiche vado a recuperare le mie vecchie chat estive e le trovo già belle pronte senza fatica.

E comunque non è all’altezza di Ronaldo.

SENSOLINO 7: Torna in campo bello carico dopo aver ricevuto la calza della befana

NONNO BORJA S.C (SENZA CAPELLI): si prevede una bella coppia di Nonni Mitt tra lui e Alexander Arn-Young. HYPE

CONTE 8: Eccezionale come sempre ma il vero MVP della panchina stavolta è MITT Esposito che si mette a lanciare i palloni in campo. Fenomeno vero

Chitarrista, amante della musica e della fotografia, smanettone informatico ma sopratutto Interista: da Adriano a Icardi per passare da Gabigol a Martins, nel bene e nel male ho sempre amato questi colori e tutti i giocatori che hanno indossato la nostra maglia. In pratica il mio ruolo è l'IT Manager del team: sono colui che non sai mai se c’è e se lo noti è solo dopo un grande errore. Un po' come Kondogbia.