Omnes viae Radja ducunt

Giugno 20, 2018

O anche: tutte le vie portano a Radja.

Le storie dell’Inter e del centrocampista belga sono andate vicinissime a toccarsi in molte occasioni, da quando Nainggolan militava ancora nel Cagliari, facendo intravedere già ottime doti.

“L’Inter sembra aver vinto la corsa a Radja Nainggolan, centrocampista belga del Cagliari al centro di un vero e proprio duello di mercato tra i nerazzurri e la Roma di Sabatini. E’ stato un week end di incontri e lavoro per Marco Branca, che si è trasferito nel resort di Santa Margherita dove il giocatore sta completando le vacanze. Secondo indiscrezioni riportate oggi dal Corriere dello Sport, Branca e Nainggolan si sono incontrati e hanno definito l’accordo su ingaggio e durata del contratto. Circostanza smentita su Twitter dal giocatore.”

Ecco cosa raccontavano su Panorama, con il duello mitico tra Marco Branca e Walter Sabatini. Alla fine il grande Branca nel resort ci era andato solo a figa.

Ovviamente Radja ci punisce già in una delle prime occasioni possibili.
Ovviamente vi mettiamo il video in pessima qualità con commento in arabo.

La grande svolta si ha con l’arrivo dell’irreprensibile magnate indonesiano Erick “Gastone” Thohir. Col suo portafoglio pieno di soldoni e la presentazione da uomo della resurrezione interista AHAHHAHA attendiamo di sapere con ansia chi sarà il suo colpo di presentazione.

Le opzioni sono due:

Il ninja Radja, anche lui di origini indonesiane, dunque uomo marketing perfetto per l’oriente, giovane, forte, promettente e a buon prezzo

Il profeta Hernanes, pacco brasiliano bollito over 30, il solito pippone rifilatoci da Lotito

INDOVINATE QUALE DEI DUE ABBIAMO PRESO


IL RESTO È STORIA.

Radja segna all’Inter in ben 4 occasioni, ma probabilmente la più impressionante di tutte è quel 26 febbraio 2017 in cui travolge con facilità Gagliardini.

La svolta sembra arrivare con l’arrivo di Spalletti all’Inter. Nainggolan è al numero uno nella lista dei desideri, ma gli impegni per portare a Milano Pastore, Di Maria e Dalbert fanno saltare tutto.
Solo temporaneamente. Un anno dopo riparte l’offensiva, quella di cui stiamo leggendo negli ultimi giorni.

Le cifre sembrano molto interessanti, purtroppo dobbiamo privarci di giocatori del vivaio, ed è sempre un peccato vederli andare via ….però alla fine ce ne faremo una ragione Davidino.
(Zaniolo nuovo Coutinho invece con la sfiga che abbiamo è quotato a 1.20)

Probabilmente ci sarà qualcosa sotto, con i rapporti tra Nainggolan e Roma non al meglio, l’età che avanza per un classe ’88 e le necessità di bilancio dei giallorossi, che nel frattempo stanno portando a casa Cristante e anche Pastore, in uno strano giro di destini intrecciati.

Piccola parentesi: In tutto questo c’è da ricordarsi anche di Rafigna, e della sua missione #RISCATT che se ne va tristemente scemando.

Il ninja corrisponde all’identikit del giocatore ricercato da Spalletti, un leader che lui conosce bene, e che speriamo sarà capace di motivare al meglio (per la Cina c’è tempo). Impiegato sulla trequarti, potrebbe garantire quel mix di muscoli, inserimenti e si spera gol che ci sono tanto mancati negli ultimi tempi.

Ecco perché oltre alle necessità economiche, quelle per Rafinha, Pastore ecc..potrebbero essere delle bocciature di tipo tecnico-tattico da parte dell’allenatore toscano. Forse i loro nomi a gennaio erano solo delle toppe, prima del vero colpo che Lucianone aveva in mente.

Personalmente lasciatemi spezzare una lancia in favore di Rafigna e del suo #RISCATT, che probabilmente per la stragrande maggioranza dei tifosi interisti sarebbe accolta con gioia.

Radja potrebbe arretrarsi sulla linea dei centrocampisti con Brozovic e lasciare posto a Rafigna in avanti. Sarebbe un centrocampo, per il mio modesto parere, completo di tutto e molto competitivo.

Ma per adesso, salvo eventi clamorosi, tutte le strade portano a Radja. Perciò tiriamo un sospiro di sollievo per una trattativa potenzialmente ottima e auguriamo a Lucianone di divertirsi, e soprattutto divertirci, con il suo nuovo acquisto.

Mal che vada ci godremo delle belle dirette su instagram con lui e MITT.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.