Pagellone di Roma-Inter, lo stoicismo tra i gladiatori del colosseo

Ottobre 3, 2016

Il pagellone di Roma-Inter dopo una prestazione da partita di FIFA. Ansaldi si integra benissimo, ma Icardi non ama le idee progressiste di Banega.

Pagellone di Roma-Inter Handa

Ecco il pagellone di Roma-Inter:

Handanovic: Prende subito gol da Dzeko, ma non si fa abbattere dalla vergogna e inizia a sfoderare grandi parate a ripetizione. Nel finale cerca gloria come Toldone qualche anno fa, ma purtroppo senza fortuna. STOICO

Murillo: Parte con il non arduo compito di non farci rimpiangere Juan Jesus. È l’unica cosa che gli riesce. ABULICO

Miranda: Nella città eterna si regala una prestazione da gladiatore: a tratti come uno vero, a tratti come quelli che fanno le foto davanti al Colosseo. SDENTATO

Ansaldi: È appena al debutto dall’esordio ma si è già ambientato in squadra: fa già le stesse cagate degli altri terzini. È la prova evidente che Salvini sbaglia quando dice che gli immigrati non si integrano. FUTURO SENATORE PD

Santon: Nella giornata dei nonni entra in campo con un vecchietto sotto braccio, prima del fischio d’inizio, si scambiano il numero dei loro fisioterapisti. In avvio di gara, nel duello con Bruno Peres rivive i fasti del 2009, quando in allenamento le prendeva da Maicon. VINTAGE

Medel: Spalletti non fa giocare Nainggolan per risparmiare uno spettacolo troppo cruento. Però con De Rossi parte lo stesso la sfida all’ultima tacchettata. SPARTACO

pagellone di roma-inter medel

Candreva: Torna all’Olimpico con la verve dei vecchi derby. Quelli persi, però. NOSTALGICO

Joao Mario: Col polpaccio mezzo dolorante, solita prestazione del portoghese che a centrocampo non fa mancare l’aiuto a chiunque abbia vicino: Medel, Banega, un raccattapalle che per lunedì aveva i compiti di fisica… Nel finale viene tolto precauzionalmente. SERVIZIO CLIENTI

Banega: Illude tutti con un tiro da fuori che sembrava un gol, ma in realtà era un palo. Illude di nuovo tutti con un gol che sembrava valere un pari, ma in realtà era una sconfitta. SEDUTTORE

Perisic: Sulla fascia di Salah e Bruno Peres anche uno veloce come lui sembra Brozovic quando fa i giri di campo. Non può fare nemmeno un doppio passo, e la prestazione ne risente. COITUS INTERRUPTUS

Icardi: L’unico guizzo quando decide di scambiarsi di ruolo con Banega, prendendo il posto di assistman per il finalizzatore. Quando l’ex-Siviglia gli chiede anche la fascia, la Rolls Royce e Wanda Nara, decide di rispedirlo al suo posto. CONSERVATORE

Gnoukouri: ok lasciamo stare

Nagatomo: ok lasciamo stare…

Jovetic: OK LASCIAMO STARE……

Franchino De Boer: Se fosse stata una partita di FIFA non ci sarebbe nulla da dire. a Fifa. Va bene non voler fare il triplo cambio per saltare il filmato del cambio, però un pensierino su Biabiany buggato con 90 di accelerazione ce lo poteva fare. SPROVVEDUTO

Ti è piaciuto il pagellone di Roma-Inter? Segui le prossime uscite.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.