Parma-Inter, il pagellone dell’anno del Toro

Febbraio 10, 2019

HANDANOVIC 6: Partita tranquilissima per Samir: tiro pericoloso di Inglese battezzato fuori e tiro di Gervinho battezzato sulla traversa. Noi abbiamo perso 10 anni di vita ma per il nostro Handa è solo ordinaria amministrazione.

D’AMBROZN 6: Avete presente i 10 anni di vita di prima? Ecco, ripresi tutti al momento del gol di Danilone. Roba da non crederci, uscire dalla crisi inter con un goal di D’Ambrosio. Ma è legale? No, infatti ce lo hanno annullato col var.
La butta dentro di spalla e poi si toglie la maglia mostrando la scritta “DO NOT RISCATT CEDRIC . FASCIA DESTRA IS MINE. FOREVER” ed esulta in lacrime come Maicon dopo Inter-Juve 2010 dicendo “io resto qui, io resto qui”

SKRINIAR E DE VRIJ 6.5: Dopo una lunga attesa è finalmente tornato: il voto di coppia per Stefan e Srkigno <3 Una magica coppia che ci rende felici e ci fa dormire sonni tranquilli. E ora un San Valentino a Vienna per coronare romanticamente il tutto

ASAMOAH 6: Partita ordinata dello Zio Asa e riusciamo a 1) non prendere gol da Siligardi 2) non prendere gol da Bastoni 3) Non prendere gol da Kucka (un ex dimenticato e sottovalutato) 4) non prendere gol da Biabiany

BROZOVIC 7: Ancora una volta una bellissima prestazione, peccato per quel palo con Sepe Handanovicizzato. EpicCroco è intoccabile, chi ce l’ha con lui deve prima vedersela con noi. Capito Corona? Quale locale notturno, lo sanno tutti che dopo le partite Brozo si mette il pigiamino da coccodrillo e va a letto presto, in modo da essere carichissimo e coccodrilloso per la partita successiva. 

VECINO 6: Adani sta iniziando a pensare che in fondo anche il Paraguay di Carlos Gamarra del 2004 non era poi così male. Serve un ritorno della Garra Charrua, non è possibile continuare a fare certi errori.

NAINGGOLAN 7: Esaltato dalla vittoria del Festival di Stagnremo, Radja si ricorda quasi come si fa a fare il calciatore. Bellissimo l’assist di Lautaro e ancor di più l’esultanza quando il pallone entra in rete.
Esce a pochi minuti dalla fine e si accomoda in panchina cercando Parma migliori locali notturni , dire “si sono un calciatore” alle ragazze funziona sempre, quindi tanto vale impegnarsi.

GAGLIARDINI 10:
Boh, 10 di incoraggiamento.

Tutto nella norma alla Pinetina

ICARDI 4.5: Mentre lui stentava a buttarla dentro per (non so quante partite) di fila, Ishak Belfogol in Germania segnava una doppietta contro il Borussia Dortmund. Si sta dunque avverando la profezia, quella per cui Belfo è più forte di Icardi. Per il momento sono 6 gol Belfodil – 9 gol Icardi, remuntada in avvicinamento.

LAUTAGOL 10: La cosa grave non è che ci sia gente che lo ha paragonato a Gabigol, ma che lo abbiano inteso come un insulto. Ok, ricorda GB96, e allora? AVERCENE!
Portarsi addosso la pressione dell’etichetta di “nuovo MITT” non è facile per nessuno, è normale che abbia sbagliato qualche gol.
Comunque la stagione è positiva finora: ha battuto anche Gabigol nella MITT CUP, ed è arrivato a un dignitosissimo secondo posto, e ha segnato più di altri giocatori per i quali non si parla affatto di “CRISI” 


“Sarà pure un bugiardo, un maiale, un idiota, un Gabigol, ma vi assicuro che non è una PORNOSTAR!”

(Grazie a Simone dal nostro gruppo per questa documentazione sulla Prostituzione Intellettuale.)

JOAO IL BELLO 10: Il portoghese più bello e BRAVO dell’universo. Basta con questa storia che l’estetica non può coesistere con la praticità. La parola d’ordine è ERGONOMIA: pelata lucida che consente un miglior impatto aerodinamico, sedere sculettante per una maggiore aderenza e capacità di sterzata, sguardo sexy per dire a Bastoni “ti aspetto tra un anno” ed imbambolarlo. JM10, eleganza in movimento dal 1993

PERISIC 6.5: Ci aveva provato anche Perry a dirgli “ti aspetto tra un anno” minacciandolo in modo cattivo ma Bastoni gli ha riso in faccia dicendo “ahahahah ma chi ci crede che ho più possibilità io di stare all’Inter di te”

CEDRIC 10:
Entra lottando come una tigre nei 4 minuti finali. #RISCATT

LUCIANONE 10:
Ha dovuto sopportare gli attacchi di tutti: TS, GdS, CdS, FCIM, WN, ormai la partita di ieri sembrava soltanto la sua ultima spiaggia, l’ultimo capitolo della storia. Tanto che hanno anticipato Fiorentina-Napoli alle 18 per non oscurare Sanremo, e hanno detto “Ma sì mettiamoci Parma-Inter che quelli sono così disperati che a metà cambiano e mettono su RAI 1.
E invece no: MITT a Lautaro. La soluzione a tutti i problemi è sempre e solo 1: MITT. E magari anche Froggy Capitano se proprio vogliamo esagerare. 

Maurood e i Soldi
(grazie a Simone lo Iacono dal gruppo)

Appartengo alla categoria di tifoso: “avvocato delle cause perse”. Tra i miei assistiti più famosi spiccano il grande Van der Meyde, Stramaccioni e soprattutto Marko Arnautović. Affetto da “interismo” da quando ho memoria, la malattia si è acutizzata irreversibilmente durante un anonimo campionato sotto la guida di Alberto Zaccheroni.