Sassuolo-Inter, il pagellone della generosità natalizia

Dicembre 24, 2017

HANDANOVIC 5: Timido sull’azione del gol, può solo osservare il pallone che si infila in rete e Falcinelli che si schianta sul palo. Spettatore non pagante.

CANCELO 5.5: O lo ami o lo odi, non ci sono vie di mezzo. Finalmente qualcuno fa vedere a Candreva che se crossi sulle braccia dell’avversario anziché sulla schiena magari migliori un po’ la situazione.
La prestazione fatta di sprint, dribbling e rigore procurato lo rende comunque il migliore in campo.

Joao Cancelo in una fase di gioco

SKRINAR 5: Il Sassuolo si fa vedere così poco in attacco che praticamente giochiamo col modulo “Skriniar contro tutti”. Berardi non si è visto proprio, eppure una volta si diceva che fosse l’anti Milan.

MIRANDA 4.5: Joao-Falcinelli ed è subito salvezza Crotone 16-17.
Sembra un po’ inaffidabile: Largo a Froggy nel derby di coppa, vogliamo la resa dei conti tra lui e Bonucci.
Nel finale di partita va verso il quarto uomo per essere sostituito, e poi rientra in campo. Ma cosa è successo!?

D’AMBROSIO 4: Danilone era uno con poche idee, ma precise. Spostandolo a sinistra ne ha poche, ma confuse. Tra l’altro il terzino sinistro è un ruolo maledetto e porta sfiga, in fatti si fa male ed esce per infortunio. Non benissimo.

DALBERT 2: Ormai sta diventando una mascotte scarsa in stile Jonathan, con la differenza che il Divino era effettivamente più forte di lui.

GAGLIARDINI 3: Disagiatissimo più che mai a centrocampo, non si sa cosa gli sia successo quest’estate, ma se volete devastarvi per bene chietetegli dov’è che ha trascorso le vacanze. MIII CHE TRACOLLO BRUTTO

BORJA VALERO 4: Oggi nella tristissima versione “Cambiasso-Vigile Urbano” di fine carriera, definizione che non fa onore né a lui né al Cuchu.

CANDREVA 4.5: Il problema non è che sappia solo fare cross di merda a ripetizione, ma che tutto il resto della squadra lo segua in questo stile di (non) gioco. Dove sono finiti gli inserimenti dei centrocampisti, i tagli in diagonale, i tiri da fuori, i dribbling a rientrare?! …Insomma tutte le altre 1609 componenti del gioco del calcio.

BROZOVIC 2: Squadre di tutto il mondo, non è che vi avanza per caso un trequartista gratis? O al massimo uno da prendere in comode rate da 19 centesimi al mese fino al 2021?
Scambiamo con un portoghese bello e un croato che punta sulla simpatia.
Astenersi perditempo e Ricky Alvarez.

EDER 2: INUTILE

PERISIC 3: Magari domani ci fa trovare il blog distrutto per vendetta, ma purtroppo ha giocato davvero male. Non solo non ne azzecca una, ma oltre a quello gioca proprio stanco, lento, svogliato.

ICARDI 3: Era il momento della svolta, con il karma che finalmente ci ripagava di quello stupido fallo di mano di Santon di sabato scorso. E il vice-capitano cosa fa? Spreca tutto.
Servono urgentemente ripetizioni di rigori da Nagatomo, lui si che ci sa fare.

JOAO MARIO: s.v. Ma che dite quello era Miranda.

SPALLETTI 6: Non possiamo criticarlo adesso solo per averci fatto illudere più del dovuto nei mesi scorsi. Anzi, va ringraziato.
La vera Inter alla lunga si fa vedere. Buon Natale e bentornati sulla terra.

Amo i giocatori capaci di illudermi nel profondo. Da bimbo ero follemente innamorato di Sérgio Conceição, e quando uno vive un amore tanto folle e intenso non si riprende mai del tutto. Ho tentato di colmare il vuoto lasciato dal portoghese con nomi del calibro di Georgatos e Dalmat finché non ho trovato pace quando è arrivato Froggy. Al momento sono l’unico possessore mondiale della maglia speciale del derby “Dalbert 29”.