Se tutto va bene siamo rovinati

Gennaio 31, 2019

Cari amici di Ranocchiate, credo che questo sarà uno dei prepartita più intriganti di tutta la stagione.

Nell’ordine

Perisic vuole andare via, ma dopo una stagione ad alti livelli fra campionato e mondiale, forse si annoiava un po’ a giocare: risultato? Non ci sono offerte congrue per lui.
Un po’ come quando salutate una persona da cui vi volete allontanare per poi scoprire che farete una buona parte di tragitto assieme. Simpatico.

Icardi dovrebbe rinnovare, dicono. Ma ancora nessuna schiarita all’orizzonte: si aspetta la prossima foto ammicante di Wanda per capirne qualcosa in più.

Spalletti allena con lo stesso entusiasmo con cui mi alzo al mattino alle 5 e 30.

Poi c’è Radja…c’è, oddio…dicono ci sia: onestamente quello visto finora mi sembra più un lontano cugino che rimanderei volentieri in Belgio.

Skriniar non ho ben capito se sia una situazione “tranquilla” o meno, nel dubbio ansio ancora un po’ in quella direzione.

Aggiungiamo una spolverata di Zaniolo top centrocampista d’Italia ed abbiamo una simpaticissima torta di colore marrone.

In tutto ciò, almeno qualcuno sembra avere ancora voglia di Inter: il nostro nuovo Mitt, Cèdric Soares. L’UNICO terzino destro portoghese del nostro cuore. Ecco.

Arriviamo a questa partita di Coppa nelle peggiori condizioni possibili, insomma: considerate le nostre ultime uscite, la frittata sembra assicurata.

Ma poi ci pensano le altre a farci capire che in questa Coppa Italia nulla è scontato: il Napoli eliminato da Piatek (che ora ovviamente è l’attaccante più forte del mondo, quasi mi mancavate milanisti <3), la Juve eliminata dall’Atalanta e da un Zapata che ha deciso di fare un campionato a sé per ora, la Roma ANNICHILITA da una Fiorentina incontenibile.

Permettetemi una piccola specifica: uè juventini, bellu stu triplete.

In un mondo che non conosce coerenza, andiamo a sfidare una Lazio affamata di vittorie con uno slavo poco voglioso di giocare quest’anno (ad ognuno il suo, onesto): se vinciamo, si va al derby.

…in una stagione come quella di quest’anno, non mi dispiacerebbe proprio avere la possibilità di riscattarci dopo lo scorso anno.

Ora scusate, ma ho improvvisamente realizzato che Ranocchiate non mi sta valorizzando come vorrei e che un’esperienza in Premier League potrebbe essere l’opzione giusta per me.

Bye.

Studio Psicologia, ma all'occorrenza mi improvviso scrittore o video editor: vivo la vita con lo spirito di chi si aspetta l'inaspettato per non avere sorprese ma poi rimane comunque fregato. E già questo spiega perché tifo Inter, ma se non bastasse aggiungo che uno dei miei giocatori preferiti di sempre è Buruk Okan. Costanza, serietà e determinazione sono solo 3 fra i principali pregi che non mi contraddistinguono. Penso che lasciare le cose a metà sia una cosa che