Uè uagliò, bella sta qualificazione

Maggio 19, 2019

Cari amici di Ranocchiate, 37a giornata: ci tocca il Napoli al San Paolo.
Partita facile facile insomma.

Mentre cercavo la giusta ispirazione per scrivervi qualcosa di concretamente sensato (ero partito da una serie di registrazioni di rutti, ndr), ho cercato di ricordare l’ultima stagione in cui siamo riusciti ad affrontare serenamente le ultime giornate di campionato. Mi sa che non ero ancora nato. O forse non c’è mai stato.
D’altronde, persino quando siamo riusciti a vincere tutto ce la siamo giocata all’ultima giornata, vincendo con uno striminzito 1-0.

(Scusate per i feels).

Tornando a noi, la situazione è la seguente: HO L’ANSIA.

Perché fra questione allenatore, Icardi che prova a scegliere al posto di Maksim (simpatico) ed il rinnovo di Skriniar (che è una cosa talmente bella da farmi piangere), il rischio concreto è che ci si dimentichi il qui ed ora.

Che a furia di pensare a Conte o non Conte, ci si dimentichi di Insigne, Mertens, Milik e Koulibaly: i nostri avversari.

Prima di scoprire chi ci allenerà il prossimo anno, chi rimarrà e chi andrà via, abbiamo uno stadio da espugnare.
Uno di quelli difficili. Tanto.
Ma possiamo farcela.

Sapete perché vorrei i 3 punti? Perchè ci spettano.
Ci spettano perché siamo forti.

Ci spettano perché siamo stati eliminati dalla Champion’s ai gironi: si, ma contro una semifinalista ed una finalista di questa Champion’s (senza mai sfigurare).

Ci spettano perché siamo stati eliminati dall’Europa League giocando una partita senza una punta di ruolo.
Ci spettano soprattutto perché abbiamo dimostrato di avere già ora una squadra che, con tutti a disposizione, se la può giocare con chiunque.

Se Icardi gioca da “Icardi”
Se Perisic gioca da “Perisic”
Se Brozo gioca da “Epic”
ed ognuno dei nostri rende per ciò che semplicemente può dare, non temo nessuno.

…tranne sentire Mourinho accostato alla Juventus. Quello lo temerei davvero.

Ok, ora va meglio.

Se esiste un momento adatto per dimostrare qualcosa dopo una stagione così complicata, quel momento è stasera.

…E POI PER FAVORE NON GIOCHIAMOCI LA QUALIFICAZIONE ANCORA ALL’ULTIMA GIORNATA DAI.

NON SONO PRONTO.

 

 

Studio Psicologia, ma all'occorrenza mi improvviso scrittore o video editor: vivo la vita con lo spirito di chi si aspetta l'inaspettato per non avere sorprese ma poi rimane comunque fregato. E già questo spiega perché tifo Inter, ma se non bastasse aggiungo che uno dei miei giocatori preferiti di sempre è Buruk Okan. Costanza, serietà e determinazione sono solo 3 fra i principali pregi che non mi contraddistinguono. Penso che lasciare le cose a metà sia una cosa che